GRUPPO U.N.I.T.A.L.S.I. INTERPARROCCHIALE PORTO D'ASCOLI SAN BENEDETTO DEL TRONTO Parrocchie:Cristo Re-SS.Annunziata-Sacra Famiglia-S.Giacomo della Marca
     GRUPPO U.N.I.T.A.L.S.I. INTERPARROCCHIALE PORTO D'ASCOLI                           SAN BENEDETTO DEL TRONTO         Parrocchie:Cristo Re-SS.Annunziata-Sacra Famiglia-S.Giacomo della Marca

Catechesi 27 Aprile 2016

 

La quindicesime e ultima catechesi adulti/unitalsi del gruppo Porto d’Ascoli, si è svolta nella parrocchia Sacra Famiglia con Francesca e Don Francesco.

Prima di iniziare un confronto sulle opinioni di questo percorso, Francesca ci ha parlato brevemente dell’interessantissimo incontro diocesano su Giustizia e Misericordia tenuto dal prof. Eusebi (giurista e docente di diritto penale all’università cattolica del sacro cuore di Milano ) il 20/04/2016 alla chiesa della Marina (vedi articolo correlato http://www.ancoraonline.it/2016/04/23/incontro-con-il-prof-eusebi-la-misericordia-rappresenta-la-pienezza-della-giustizia/). Questo tema è stato affrontato anche dal nostro gruppo in una delle prime catechesi con Don Roberto. Francesca ci ha riassunto le parole del docente, riferendoci che lui ha parlato di Misericordia dovuta a tutti da un sistema sociale dove la pena scontata è un passaggio per arrivare alla vera Giustizia: se si è colpevoli, pagare il debito con la società è necessario ma il nostro compito è far capire alla persona coinvolta il perché si è arrivati a sbagliare per reintegrarsi e non commettere più gli stessi errori avendo una conoscenza e coscienza nuove! Non è semplice, c’è da lavorare e riflettere su questo delicato argomento, ancora purtroppo lontano dalla vera missione di redenzione in cui dovrebbe svilupparsi! Dio ha salvato Adamo e Eva dalla perdizione, li ha puniti ma li ha salvati così come Caino: la storia della Bibbia ci parla della vera Giustizia che è Misericordia, la storia dell’uomo fa ancora troppa fatica ad accettare questo connubio!

Successivamente siamo passati ad una sorta di confronto finale sul tema del “viaggio” compiuto in questi mesi di catechesi insieme, e Francesca ci ha dato delle indicazioni su cui riflettere: “Immaginiamo di aver compiuto un vero e proprio viaggio che ci ha condotto a questo punto e di dover scegliere alcuni souvenir da portare con noi o agli amici. Proviamo a rispondere a queste domande: - cosa ho trovato e decido di portare con me? Ho trovato un dono che non mi attendevo? Cosa decido di farne? – Cosa scelgo di condividere di quest’esperienza? – Come posso impegnarmi a consegnare agli altri i souvenir scelti in un’ottica di missionarietà?”

Ci si è confrontati su alcune risposte che sono state date in merito ai suggerimenti di Francesca e si sono condivisi pro e contro dell’ esperienza vissuta insieme in questi mesi!

Francesca ci ha salutati dicendoci che ciò che si porta dietro di questo “viaggio” sono i visi stanchi di molti partecipanti, che, pur a fine giornata, però hanno spesso deciso di non rinunciare a questi incontri e quindi ci ha ringraziati per un cammino che è stato nuovo anche per lei (sono stati uniti due gruppi che usavano incontrarsi in modalità differenti da quelli usati quest’anno) ma che ha rappresentato una crescita per lei e per tutti noi! E’ stata un’esperienza di confronto molto bella dove si è anche spesso pregato in modo intenso per ricordarci che Gesù deve stare sempre al centro di un percorso che si fa insieme!

Poi è venuto a salutarci e ringraziarci per il pensiero che il gruppo ha avuto per i suoi 50 anni, Don Francesco! Ci ha parlato dell’importanza dell’umiltà e del muoversi verso le periferie per uscire ad annunciare (un po’ come abbiamo fatto noi con le nostre catechesi itineranti per le parrocchie) soprattutto ai giovani, che stanno sparendo in molte realtà parrocchiali perché non stimolati ne incoraggiati. Invece i giovani vanno alimentati, sono linfa del futuro: questa è una delle nostre missioni più importanti ma anche più dure! Ci ha spronati a camminare con spirito lieto e cuore aperto alla condivisione, pregando sempre nell’aiuto e nella guida incessante del Signore! E ci ha raccomandato di non metterci mai davanti a Gesù, oscurando la sua luce: ogni gruppo deve avere la luce diretta dell’amore di Cristo senza filtri o regole inclusive che deviano dalla vera missione! Gesù è acqua viva e il suo amore lucente tocca i cuori più duri se annunciato con vera fede: non mettiamo pesi alle persone, ma apriamo le porte della fratellanza e della condivisione perché solo facendo entrare Cristo veramente nelle nostre vite, assisteremo ai veri Miracoli, alle conversioni tanto speciali e sentite che stanno avvenendo in questi tempi anche grazie all’esempio nel fare e nel dire che vengono dal nostro meraviglioso Papa Francesco!

Dopo la benedizione finale, con una nota all’importanza delle donne e della loro sensibilità nella crescita della chiesa, c’è stato un momento di festa e condivisione.

Sperando che questi incontri siano stati un modo per crescere ed annunciare la bellezza dei doni del Signore, ringraziamo Francesca, i sacerdoti, Domenico e tutti i partecipanti che insieme hanno permesso di sperimentare un viaggio carico di speciali souvenir che ci auguriamo di poter condividere attraverso l’annuncio della Parola che è Via Verità e Vita!

 

Vuoi far parte della nostra famiglia unitalsiana? Contattaci nelle nostre parrocchie oppure chiama il nostro Presidente Domenico al num. 3496659817

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Unitalsi Interparrocchiale Via Damiano Chiesa 33 63074 San Benedetto del Tronto