GRUPPO U.N.I.T.A.L.S.I. INTERPARROCCHIALE PORTO D'ASCOLI SAN BENEDETTO DEL TRONTO Parrocchie:Cristo Re-SS.Annunziata-Sacra Famiglia-S.Giacomo della Marca
     GRUPPO U.N.I.T.A.L.S.I. INTERPARROCCHIALE PORTO D'ASCOLI                           SAN BENEDETTO DEL TRONTO         Parrocchie:Cristo Re-SS.Annunziata-Sacra Famiglia-S.Giacomo della Marca

 

Il quarto incontro di catechesi si è svolto alla parrocchia SS. Annunziata con Don Gianni.Proseguendo con il versetto 19 del Primo Capitolo dell’Enciclica Lumen Fidei, Papa Francesco e Papa Benedetto si riferiscono al pensiero di S. Paolo sulla Fede. Noi “cristiani” dimentichiamo l’importanza del Battesimo che invece è un Dono immenso. Attraverso questo sacramento si muore e risorge con Cristo e si diventa Figli di Dio e, in quanto cristificati, possiamo rivolgerci al Signore chiamandolo “Abbà, Padre” come ha fatto Gesù ricorrendo a queste parole più di ogni altre.

 

L’uomo però non si rende conto dell’importanza del Battesimo, fa fatica a riconoscere Dio come un Dio misericordioso e buono, lo identifica spesso come vendicativo e punitivo, perché l’uomo ragiona come uomo. Lo stesso Giovanni Battista manda i suoi discepoli a chiedere a Gesù chi Lui sia, proprio perché sembra strano anche ai profeti che venga un Dio che guarisce, perdona, accoglie invece di punire, allontanare, giudicare. Il Signore non ragiona come noi, non risponde all’odio con l’odio, ma all’odio con l’Amore perché un padre ama il figlio non se è bravo e buono, lo ama semplicemente perché è suo figlio. Noi battezzati non riusciamo a capire ed apprezzare questa grande Verità, mentre ci sono persone di diverse religioni o non credenti, che cercano il Battesimo e si convertono perché Dio le sorprende e riescono a comprenderne la Grandezza!

 

La Fede è un Dono cioè l’Amore che il Padre ci offre è un Dono e la Fede è la risposta dell’uomo a questo Amore (c’è chi ne ha molta, chi no, chi la mette in atto senza rendersene conto o dichiarandosi ateo e chi, al contrario, non la sente ma è cristiano). Fede e Salvezza sono Doni di Dio e per questo il Sacramento del Battesimo va concesso se richiesto (magari attraverso un percorso, ma non necessariamente) perché se qualcuno lo desidera, vuol dire che dietro c’è la mano di Dio!

Nel versetto 20 si ricorda che la Fede ci fa Figli di Dio e attraverso la centralità e la venuta del Cristo, Egli si rende incontrabile! Dio rende umano il Figlio per noi: non esiste cosa più grande!

La Parola di Dio deve essere nel cuore dell’uomo: se io mi impegno a diventare migliore, non lo diventerò perché lo voglio, resta una mia idea, un proposito…ciò che realmente ci rende migliori è Accogliere Gesù, la Parola dentro di noi (S. Paolo dice “non sono io che vivo in Gesù, ma Gesù che vive in me”..). se permetto alla Parola di entrare in me, Gesù si rivela!

Ma la Fede non è un fatto individuale (io e Dio solamente), è un fatto personale e comunitario. Se non amo i miei fratelli, specie i più bisognosi, non vivo una Fede vera. Il Corpo di Cristo è Sacramentale (nell’atto dell’eucarestia) ma è anche Reale nel corpo del fratello, specie se malato e sofferente! I cristiani sono uno: ecco la Forma Ecclesiale della Chiesa!

All’inizio de Secondo Capitolo, si fa riferimento alle parole del profeta Isaia “se non crederete, non comprenderete” (anche tradotte con ”se non crederete, non resterete saldi”). Cosa significa? Che Dio è affidabile e che quindi è ragionevole avere Fede in Lui. La Fede, però, va cercata, fidarsi al “buio” non è umano e quindi avere Fede vuol dire anche e specialmente, cercare la Verità.

 

L’uomo ha bisogno di Conoscenza perché senza non vive e la Verità va cercata. A noi fa spesso comodo ignorarla perché ci sta bene così ma è sbagliatissimo: per il Papa, la Fede non è qualcosa di “campato in aria”, è un fatto razionale, non è semplicemente un’illusione o un bel sentimento, è ricerca della Verità. Oggi la Verità è molto tecnologica e può essere certa dato il supporto scientifico. Ognuno, però, può avere la sua Verità, mentre esiste una unica Grande Verità (S. Paolo dice che con il cuore, si crede)! Ricordiamoci che la Verità non è astrazione, perché la verità cristiana si tocca con mano e sta nella Persona di Gesù, che rappresenta l’Amore di Dio che si rivolge agli uomini!

 

Vuoi far parte della nostra famiglia unitalsiana? Contattaci nelle nostre parrocchie oppure chiama il nostro Presidente Domenico al num. 3496659817

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Unitalsi Interparrocchiale Via Damiano Chiesa 33 63074 San Benedetto del Tronto